Rendere Google prompt la scelta primaria per la verifica in 2 passaggi

In luglio Google ha iniziato a invitare gli utenti a provare Google prompt come metodo predefinito di verifica in 2 passaggi (2SV), invece di ricevere messaggi SMS. Il prompt di Google è un metodo più semplice e sicuro per l’autenticazione di un account e rispetta le politiche di gestione applicate ai dispositivi mobili degli utenti.

A tale proposito ora Google propone questa scelta come impostazione predefinita quando gli utenti attivano la verifica in due passaggi (precedentemente, l’SMS era la scelta predefinita). Una volta che 2SV è abilitato, gli utenti avranno ancora la possibilità di impostare SMS, l’app Authenticator di Google o i codici di backup come secondo passaggio alternativo.

Questo influirà solo sugli utenti che non hanno ancora impostato 2SV. Le impostazioni attuali degli utenti 2SV non saranno modoficate. Inoltre, se un utente tenta di impostare 2SV ma non dispone di un dispositivo mobile compatibile, verrà chiesto di utilizzare l’SMS come metodo di autenticazione.

Gli utenti possono impostare la verifica in due passaggi dalla pagina di Account personale.

Alcune cose da notare:

  • Per utilizzare il prompt di Google, è necessaria una connessione dati.
  • Gli utenti con i dispositivi iOS dovranno installare l’app di Google per utilizzare il prompt di Google.
  • I domini di G Suite Enterprise possono scegliere di utilizzare una Security Keys per soddisfare requisiti di sicurezza più avanzati. Google Prompt non funzionerà con gli account per i quali sia stata attivata una Security Key.