AttualitàNovità Cloud

L’ECLISSI SOLARE DI AGOSTO HA PORTATO IL NUOVO ANDROID 8.0 OREO

Da 8 Settembre 2017 Nessun Commento

L’estate 2017 ci ha regalato una spettacolare eclissi solare, che ha incantato milioni di persone tra America, Europa e Africa. Mentre la Luna si stava lentamente spostando verso il Sole, Google ha avuto l’opportunità di ospitare un evento di avvio Android 8.0 a New York City. Con gli occhiali per l’eclisse ed il fenomeno trasmesso in diretta dalla NASA, Android “O” ha finalmente ottenuto il suo nome completo: “Android 8.0, Oreo”.

Come il suo predecessore KitKat, i nomi codificati in ordine alfabetico di Android sono stati commerciali e associati ad un produttore reale di biscotti; in questa occasione hanno scelto il marchio registrato di Nabisco (“Oreo”) come ispirazione per il nome di questa versione. L’evento ha portato con sé la rivelazione della statua tradizionale: un Android supereroe Oreo.

Con questo evento, Android 8.0 Oreo è stato lanciato attraverso tutti gli abituali canali di distribuzione. Il progetto Android Open Source (AOSP) ha ricevuto il codice 8.0. L’OTA a breve inizierà ad estendere gli aggiornamenti a Pixel, Pixel XL, Nexus 5x, Nexus 6P, Nexus Player e Pixel C e le immagini del sistema saranno disponibili su developers.google.com. Ogni dispositivo registrato nel programma Android Beta verrà aggiornato anche a queste ultime versioni.

Grazie alle diverse versioni preliminari, sappiamo cosa c’è in Android 8.0 Oreo. Un importante aggiornamento è stato apportato al pannello di notifica, con un nuovo design, nuovi colori e nuove funzionalità, come ad esempio “snoozing”. Google sta limitando le applicazioni di sfondo per prestazioni migliori ed una maggiore durata della batteria. Ci sono emoji nuovi ed aggiornabili, tempi di avvio più veloci, nuove configurazioni e molti miglioramenti nell’ambito della sicurezza, incluso il nuovo sistema malware “Google Play Protect”. Ancora più importante, Android 8.0 porta Project Treble a nuovi dispositivi, una modularizzazione del sistema operativo senza hardware, che dovrebbe facilitare lo sviluppo e l’implementazione di tutti i nuovi aggiornamenti Android.

Per tutti i produttori di Android, comprese le terze parti: siete in onda! Sappiamo cosa aspettarci da aziende come LG e Samsung per ora, ma quest’anno ci sono alcune nuove realtà OEM di Android il cui sviluppo è tanto imprevedibile quanto interessante. Nokia sta promuovendo un approccio “puro e aggiornato per Android” per il suo Nokia 3, 5, 6 e 8, quindi è il momento di sostenere tale decisione attraverso un rapido rilascio del sistema operativo. Merita di essere tenuta d’occhio anche l’Essential, l’OEM avviata dal padre di Android, Andy Rubin. E’ importante la frequenza di aggiornamento, giusto? Dato che il codice Android O è stato condiviso con gli OEM dal primo esemplare dello sviluppatore di marzo, gli OEM hanno avuto abbastanza tempo per prepararsi per oggi.

Se non hai comprato un telefono Android con marchio Google, ti piacerebbe averlo fatto. I principali telefoni di importanti OEM del 2017, come il Galaxy S8 e LG G6, richiedono solitamente circa sei mesi per essere aggiornati alla nuova versione. Per i telefoni di punta del 2016, si dovrà aspettare ancora di più, probabilmente dagli otto mesi ad un anno. Tutti gli altri non otterranno l’evoluzione ad Android 8.0, a meno che non decidano di buttare via il loro attuale smartphone e acquistarne nuovo.

Basato sull’articolo di ARS Technica