AttualitàBusiness adviceNovità Cloud

Tre benefici della Digital Transformation nel mondo del lavoro per il 2018

Da 21 Dicembre 2017 Nessun Commento

Due delle maggiori sfide da affrontare oggi sul posto di lavoro sono rappresentate dal sovraccarico di informazioni e dal dover rimanere costantemente aggiornati con una tecnologia in continua evoluzione.

Soluzioni innovative quali lI Machine Learning e la realtà aumentata forniscono un’importante risposta a tali problematiche, dando l’opportunità alle aziende di migliorare la produttività dei dipendenti.

Alan Lepofsky, analista presso la Constellation Research Inc., ha individuato tre aree chiave in cui la tecnologia avrà un grosso impatto sul lavoro tradizionale:

1)  Aumento della produttività

L’intelligenza artificiale (AI) sta rivoluzionando il modo di lavorare nelle aziende, migliorandone le prestazioni e la produttività. Dai client di posta elettronica che suggeriscono risposte, ai calendari che automatizzano la pianificazione delle riunioni, ai servizi video che trascrivono contenuti, stiamo assistendo a una vera rivoluzione nel mondo del lavoro.

Anche il modo in cui creiamo e interagiamo con i contenuti sta cambiando: schermi grandi, intelligenti e interattivi sostituiscono le vecchie lavagne nelle sale riunioni, consentendo alle persone di collaborare sia che si trovino nella stessa stanza, sia a distanza in tutto il mondo.

La realtà allargata e virtuale si sta spostando oltre la fantascienza e il gioco verso i principali settori di utilizzo quali istruzione, progettazione di prodotto e vendita al dettaglio.

Inoltre, con i nuovi metodi di input quali la dettatura vocale e il riconoscimento dei gesti (mani e viso), è possibile interagire con i nostri dispositivi in ​​modo nuovo (ad esempio scrivere post parlando ad alta voce al proprio telefono).

2)    Uso dei dati per ricavare approfondimenti e guidare le azioni

I nuovi strumenti digitali (quali social network, condivisione di file, web conferencing e applicazioni aziendali) ci consentono di avere sempre a portata di mano le informazioni di cui abbiamo bisogno per essere più efficienti sul lavoro.

Si possono raccogliere dati e realizzare schemi per ricavare informazioni significative. Possiamo capire quali post sui social media sono più efficaci, quali incontri portano a un maggior successo con i clienti, creare grafici delle interazioni tra persone, contenuti e dispositivi, ricavando modelli o approfondimenti sul modo in cui le persone lavorano. Tali dati possono a loro volta aiutare i dipendenti a determinare meglio a quale lavoro dare priorità e quale invece posticipare.

3)  Uso delle tecnologie per aumentare la creatività fra i team

Con i nuovi strumenti digitali (email, chat, documenti, fogli di lavoro, presentazioni) ognuno è in grado di creare contenuti e il lavoro è reso più creativo e coinvolgente.

Oggi chiunque abbia un telefono con fotocamera può creare immagini ad elevato effetto visivo, grazie ad applicazioni che offrono filtri, adesivi e altri trucchi digitali per migliorare le immagini. Le conversazioni nelle applicazioni di messaggistica di gruppo ora includono emoji e gif animate. I siti di condivisione di foto possono creare automaticamente collage dalle nostre migliori immagini.

Tutti questi strumenti, che si stanno sempre più estendendo al mondo del lavoro, consentiranno anche ai marketer di creare presentazioni più efficaci, agli operatori finanziari di realizzare fogli di lavoro con grafici e diagrammi complessi e ai venditori di inserire prodotti con contenuti più coinvolgenti.

Gli enormi progressi cui abbiamo assistito negli ultimi 20 anni negli strumenti utilizzati sul lavoro sono nulla rispetto a quanto avverrà nel prossimo decennio. Il futuro del lavoro darà potere ai dipendenti indipendentemente dalle competenze o dall’anzianità.