Cloud Computing: Cos’è e perché dovreste passare a Google Cloud

Contenuti

Negli ultimi anni il cloud computing è diventato uno degli aspetti più importanti della vita aziendale e personale. Ma che cos’è? Il cloud computing può essere definito semplicemente come la possibilità di accedere a informazioni e applicazioni tramite Internet. Ciò significa che non è più necessario memorizzare le informazioni sul disco rigido del computer, ma è possibile accedervi da qualsiasi dispositivo dotato di connessione a Internet. Google Cloud offre molti vantaggi rispetto ad altri fornitori di cloud, quindi continuate a leggere per scoprire perché dovreste cambiare!

Quali sono i vantaggi del cloud computing?

Sicuramente chi si affida ad un servizio di cloud computing, in primo luogo è per approfittare del vantaggio di avere a disposizione strumenti di altissima efficenza ad un costo molto più contenuto considerando anche il fatto che questi servizi possono essere scalabili con facilità.

Andiamo a scoprire altri punti importanti:

Maggiore flessibilità: Con il cloud computing è possibile accedere alle informazioni e alle applicazioni da qualsiasi dispositivo dotato di connessione a Internet. Ciò significa che è possibile lavorare da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

  • Scalabilità: I servizi di cloud computing sono molto scalabili, il che significa che si può facilmente aumentare o diminuire il loro utilizzo in base alle proprie esigenze.
  • Sicurezza: i rischi per la sicurezza sono relativamente bassi, sopratutto quando parliamo di Google, anche se solitamente la sicurezza in ambito cloud è comunque più efficiente dato che i team addetti dei cloud provider sono riconosciuti come esperti del settore.
  • Efficenza: Nel caso di Google Cloud mette a disposizione ambienti di sviluppo già pronti e configurabili con un click in modo da dare la possibilità ai propri clienti di mettere in produzioni le proprie applicazioni in tempi brevissimi.

Perché dovresti investire nel cloud computing?

Il cloud Computing è in una fase di crescita constante.

Anche aziende di Hosting stanno passando al cloud, ossia che il loro intero pacchetto di offerte è bastao su infrastruttura in cloud come ad esempio quella di Google.

Ad esempio Kinsta è una di queste, è stata uno dei primi provider ad implementare come infrastruttura base Google Cloud Platform.

Questo perché sistemi informatici, di qualunque tipo, richiedono sempre di più sistemi di calcolo performanti e all’avanguardia ed il processo di aggiornamento per le aziende può essere oltre che costoso anche impegnativo per il tempo necessario ad eseguire il cambio.

Con il cloud computing questo processo è semplice ed immediato, ed il vantaggio è che si possono fare l’upgrade e downgrade dei servizi a proprio piacimento senza aver un dispendio economico eccessivo se non necessario.

Di seguito ti elenchiamo alcune delle possibili situazioni dove consigliamo il passaggio ad una piattaforma cloud:

  • Se la tua azienda cresce velocemente ed ha bisogno sempre di più risorse informatiche
  • Se l’uso delle risorse a disposizione è altalenante
  • Infrastruttura lenta nell’elaborazione dei dati
  • Eventuali ritardi nello sviluppo di nuovi prodotti a causa di aggiornamenti necessari dell’infrastruttura
  • Difficoltà nell’affrontare le spese dovute al miglioramento dell’infrastruttura

Archiviazione, Analisi e Backup di dati sicuri grazie al Cloud Computing

I backup in cloud è una delle prime soluzione con cui il cloud computing si è espanso non solo per il B2B ma anche per il B2C.

Ormai la maggior parte delle aziende sfrutta questo servizio per archiviare enormi quantità di dati importanti non necessari ma comunque di vitale importanza in situazioni future, in servizi come Google Drive.

Questo permette ovviamente di risparmiare sui costi di ampliamento del sistema di archiviazione aziendale.

Ma non solo, di vitale importanza è anche il fatto che i dati che vengono archiviati nel cloud sono molto più sicuri, l’eventuale perdita di quest’ultimi si riduce drasticamente dato che non bisogna preoccuparsi di eventuali disastri o sfortunate rotture del sistema di archiviazione.

Google Cloud mette a disposizione dei propri cliente le stesse identiche infrastrutture che lui utilizza per i propri servizi come il sistema di ricerca stesso, Gmail, Google Drive, Youtube, e via dicendo.

Google è sempre aggiornato con nuove soluzioni per facilitare la vita dei propri utenti, tra i servizi più importanti e utili alle aziende troviamo:

Compute Engine: Permette di creare macchine virtuali su cui eseguire le proprie applicazioni o addirittura ospitare un sito web.

Cloud SQL: Un servizio di database relazionale gestito che consente di impostare, mantenere, gestire e amministrare i database nel cloud.

App Engine: consente di sviluppare e distribuire rapidamente applicazioni web o mobili senza doversi preoccupare di configurare i server o le applicazioni.

Archiviazione in-the-cloud: Un servizio di archiviazione di file online che può essere utilizzato per archiviare e accedere ai dati da qualsiasi parte del mondo.

BigQuery: Un servizio di data warehouse veloce, economico e completamente gestito per gli analisti che desiderano ottenere approfondimenti sul proprio business in modo rapido e semplice.

Cloud Storage: Un servizio di archiviazione di file online che può essere utilizzato per archiviare e accedere ai dati da qualsiasi parte del mondo.

Cloud CDN: Una rete di distribuzione dei contenuti che utilizza l’infrastruttura globale di Google per fornire contenuti in modo rapido ed efficiente agli utenti di tutto il mondo.

Questi sono solo alcuni dei servizi che Google Cloud Platform mette a disposizione dei suoi clienti, ma sono già un grande aiuto per la crescita delle aziende.

Se state pensando di espandere la vostra attività o semplicemente volete assicurarvi che i vostri dati siano sani e salvi, passate a Google Cloud Platform: sarà la decisione migliore per la vostra azienda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.